sabato 2 novembre 2013

Clafoutis di prugne e zenzero (vegan)



Clafoutis, dolcetto francese da leccarsi i baffi, ideale per quando si ha voglia di qualcosa di dolce, ma si ha poco tempo a disposizione. Non richiede lievitazione ed è pronto in meno di 40 minuti. Le tortiere monoporzione non sono indispensabili, ma sicuramente rendono più semplice mangiare questo magnifico dolce e rendono la sua presentazione più carina.

IL Clafoutis viene fatto tradizionalmente con le ciliege, ma si può preparare con qualsiasi frutta di stagione (in questo caso prende il nome di Flognarde). 

Questa è la mia reinterpretazione vegan di una ricetta che ho preparato molte volte in questi ultimi anni, una ricetta strappata da una pagina di giornale, chissà quando e chissà dove e poi finita nel mucchio delle ricette da provare (la trovate in fondo al post). Ho aumentato la quantità di rum per avere più o meno la stessa quantità di liquidi della ricetta originale, ma non vi preoccupate perché durante la cottura l'alcol evaporerà completamente. La curcuma serve sia per aromatizzare che per dare un bel colore giallo dorato all'impasto.

Il gusto del clafoutis è molto simile in tutte e due le versioni, diversa è invece la consistenza: tortino soffice con la ricetta originale, tortino croccante fuori e morbido dentro con la versione veg. Due dolci quindi abbastanza diversi all'aspetto, ma buonissimi in entrambe i casi!


Ingredienti per 4 porzioni

5-6 prugne mature
100 g di farina
100 g di zucchero
2 cucchiai di amido di mais
6 cucchiai di panna vegetale
10 cucchiai di rum
1/2 cucchiano di zenzero grattugiato
 curcuma q.b.
un po' di granella di mandorle e zucchero di canna per decorare




Preparazione


Mescolate la farina setacciata, l'amido di mais e lo zucchero. Aggiungere la panna, il rum, lo zenzero e la curcuma e mescolare ancora.

Togliere il nocciolo alle prugne e tagliarle a pezzetti. Ungete e  infarinate gli stampi, disponete le prugne a pezzetti sul fondo e versate sopra la pastella. Aggiungete un po' di granella di mandorle e zucchero di canna per decorare. Infornate a 200° per 20 minuti. Se usate le tortiere monoporzione mettete sopra la griglia un foglio di carta forno, durante la cottura può fuoriuscire il succo delle prugne. Servite tiepidi.




Ingredients for 4 servings

5-6 ripe plums
100 g of flour
100 g of sugar
2 tablespoons cornstarch
6 tablespoons vegetable cream
10 tablespoons of rum
1/2 teaspoon grated ginger
 turmeric to taste
chopped almonds and brown sugar to decorate

Mix the flour, cornstarch and sugar. Add the vegetable cream, rum, ginger and turmeric and mix again.

Remove the core from plums and cut into small pieces. Grease and flour the mold, place the plums on the bottom and pour over the batter. Add some chopped almonds and brown sugar to decorate. Bake at 200 degrees for 20 minutes. If you use single-portion cake tins put on the grill a sheet of baking paper since the juice of the plums can escape during cooking. Serve warm.






Con questo post partecipo all'edizione numero 414 di Weekend Herb Blogging, un evento creato da Kalyn di Kalyn's Kitchen, organizzato ora da Haalo di Cook (almost) Anything at Least Once e la cui versione italiana è organizzata da Brii di briggishome . Questa settimana ci ospita  Haalo di Cook (almost) Anything at Least Once


9 commenti:

  1. Brava Costanza!! Una vera squisitezza! Ecco un altro ottimo modo per accostare prugne e zenzero!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. ciao Costanza una vera delizia, poi io adoro lo zenzero buona domenica

    RispondiElimina
  3. Ma quanto mi prende questo dolcetto!!!! Prugne e zenzero.... sì sì, li vedo benissimo insieme. E questo scrigno friabile rende tutto irresistibile. Grande Costanza!!

    RispondiElimina
  4. Ma che carino il tuo blog! Mi piace molto il tuo spirito, che condivido in pieno, e naturalmente anche molte delle tue ricette senza crudeltà :) contenta di averti scoperto! ciao e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Peanut, anche tu hai un blog e non mi dici niente?! :-) Menomale che sono curiosa così l'ho scoperto, mooolto carino e con le ricette giuste che piacciono a me!! Ciao!

      Elimina
  5. mi sono perso qualcosa? ricetta vegan che comincia con "sbattere le uova"?
    ho letto o capito male io?
    grazie
    Ale

    RispondiElimina
  6. mi sono perso qualcosa? ricetta vegan che comincia con "sbattere le uova"?
    ho letto o capito male io?
    grazie
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oops, mi sono sbagliata a trascrivere dai miei incasinatissimi appunti, naturalmente la versione vegan è senza le uova e ho usato l'amido di mais per sostituirle! Saluti!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...